Ho iniziato a praticare sport da ragazzino. A 14 anni ero già alto 185 cm e giocavo a basket nei campionati giovanili. Come capita spesso a chi viene sottoposto ad allenamenti quotidiani, una volta chiuso quel capitolo ho tralasciato per qualche anno la pratica sportiva e verso i 25 anni sono arrivato a pesare più di un quintale, poi mi sono dato una regolata. Ho ripreso ad andare in bicicletta e a correre. Ricordo ancora la fatica, i dolori e la soddisfazione la prima volta che sono riuscito a correre per 2 chilometri ininterrottamente.

Da sempre mi affascinano gli sport di resistenza, forse perché non sono mai stato veloce.

Nel 1998 a Firenze ho coronato il sogno che accarezzavo da tanti anni e ho corso la mia prima maratona, chiusa in 3:31:05 . È stata un'emozione fantastica, superata solo per intensità dal completamento del mio primo Ironman. Ho perso il conto delle mezze maratone (dove ho un dignitoso personale di 1:29:45) e delle corse su distanza più corta cui ho partecipato. Ultimamente ho scoperto il trail running, affascinante perché si corre in montagna su strade e sentieri.

Ho imparato a nuotare da bambino, ma come sport lo trovavo noioso anche perché a me piacciono le attività all'aperto. Ho ripreso a nuotare da adulto perché mi faceva bene alla schiena.

  • tour d'afrique stage winner

    Tour d'Afrique 2009, un'esperienza fantastica. 1700 km in 17 giorni fra Addis Abeba e Nairobi. In bicicletta.